Flammulina Velutipes | Agarico Vellutato

Il fungo Flammulina Velutipes è anche detto fungo dell’olmo. Viene anche conosciuto anche con i nomi di Agarico Vellutato, Collybia Velutipes e Agaricus Velutipes.

Flammulina velutipes agarico vellutato
Un gruppo di Funghi Agaricus Velodipes cresciuti su un ceppo.

Il cappello Flammulina Velutipes

Il cappello del Flammulina Velutipes misura dai 3 ai 7 cm di diametro ed è di forma ovoidale all’inizio della sua crescita. Una volta che il fungo ha raggiunto la fase finale della sua crescita il cappello diviene convesso e poi quasi piano. Il colore del cappello varia da giallo arancio al giallo più o meno cupo e intenso.

Le Lamelle

Le lamelle del Flammulina Velutipes sono distanti e intercalate da lamellule. Il loro colore è bianco giallognolo.

Il Gambo

Il gambo misura dai 3 ai 10 cm di altezza fino a mezzo centimetro di diametro e la forma è cilindrica. Il colore del gambo è anch’esso giallastro fino al rossiccio nella parte alta. Il gambo è esile e alla base si prolunga in un filamento che sembra una radice ma che in realtà è un filamento del micelio.

La carne

La carne del fungo Agarico Vellutato è tenera nel cappello ma troppo fibrosa nel gambo. Per questo motivo il gambo non è utilizzato in gastronomia. L’odore del Flammulina Velutipes non è particolare ma la carne dell’ Agarico Vellutato, che è di colore giallognolo, è di gradevole sapore dolciastro.

Habitat e diffusione del Flammulina Velutipes

Il Fungo dell’Olmo cresce abbondantemente in cespi dalla fine dell’autunno fino all’inverno inoltrato. Cresce sopra tronchi essendo un fungo saprofita ma anche parassita (di latifoglie). Di solito i tronchi sono vivi e sono in particolare sono tronchi di Olmo, Salice, Platano, etc.

Il Flammulina Velutipe è un fungo che sopporta benissimo le temperature rigide ed è diffuso ampiamente in tutto il continente europeo. Predilige le zone pianeggianti e si trova facilmente anche all’interno di giardini e dei parchi cittadini.

L’Agarico Vellutato è una specie che non va confusa con altre specie simili ma tossiche. Ad esempio con il tossico hypholoma fasciculare che cresce anch’esso sui vecchi tronchi degli alberi. Il gambo di quest’ultimo fungo tossico è completamente diverso da quello del collybia velutipes.

Anche un altro fungo dal nome Hypholoma sublateritium è un possibile candidato tossico che si può confondere con il collybia velutipes.

Coltivazione del Flammulina Velutipe

Il fungo dell’Olmo, o Flammulina Velutipes, è facilmente coltivabile come tutte le specie di funghi saprofiti. Se si riescono a recuperare dei Miceli del fungo si può procedere alla coltivazione in casa utilizzando la stessa tecnica del Pleurotus ostreatus.

Gastronomia e Ricette

Il collybia velutipes risulta un fungo ricercato per l’utilizzo gastronomico. E’ adatto a minestre, carni e salse. Siccome lo si trova anche quando altri funghi diversi stanno scomparendo, addirittura anche in presenza di neve, è diventato particolarmente comodo da trovare ed utilizzare.

Il Flammulina Velutipes è commestibile ma si usa solamente il cappello perché il gambo è troppo fibroso. Comunque sia, prima di essere consumato bisogna pulirlo e effettuare un abbondante pre-bollitura per eliminare tutte le sostanze tossiche termolabili che sono comunque contenute in piccola quantità all’interno delle carni di questo fungo.

CARTA D’IDENTITA’

DIAMETRO CAPPELLO: 3-8 cm
COLORE CAPPELLO: Giallastro
ALTEZZA GAMBO: 4-8 cm
COLORE GAMBO: giallastro
LAMELLE: bianche
CARNE: giallognola
ODORE: inodore
SAPORE: insapore
SPORE: bianche
HABITAT: tronchi di latifoglie
COMMESTIBILITA’: Con cautela

Hai trovato quello che cercavi? Guarda anche qui:

Lascia un commento

error: I testi non si possono copiare.