Boletus aereus – porcino nero

Boletus aereus – porcino nero

Il Boletus aereus , chiamato anche porcino nero, è un fungo commestibile. Questa specie di fungo appartiene al genere Boletus, alla famiglia delle Boletaceae, all’ordine Boletales, alla classe dei Basidiomycetes e alla divisione Basidiomycota.

Introduzione

Molti sono i funghi appartenenti a questo grande gruppo dei Boletus che è suddiviso in sezioni che si basano specialmente sul colore delle spore: alcuni sono poco commestibili e quindi non ricercati, alcuni sono tossici come il Boletus satanas ed altri, alcuni sono ottimi e molto ricercati proprio come questa specie.

Il termine Boletus sembra derivare da un termine latino che fa riferimento al greco e vuole indicare “qualcosa di tondeggiante che spunta dal terreno”e alle zolle di terra.

Dagli scritti giunti fino a noi, i Romani chiamavano “Suilli” i Porcini perchè tutte queste specie, anche quelle tossiche, venivano date in pasto ai maiali di cui erano ghiotti.

Col termine Boleto veniva indicata l’Amanita cesarea, un fungo con caratteristiche totalmente diverse, in seguito venne adottato definitivamente il termine Porcino riferito anche ai Boleti in genere.

Il termine aereus deriva dal latino aes,aeris che significa “bronzeo” per il colore del cappello di solito marrone scuro, color bronzo.

Altri Nomi del Boletus aereus

Come anticipato nel paragrafo precedente, l’aereus, è anche conosciuto con il nome di  Porcino nero, Farno, Bronzino, Reale (sud Sardegna), Moreccio, Porcino di scopa, Fungo, Fungo vero (toscana), Co’ Nigher (Appennino Parmense),  Lardaro (Sicilia centro-orientale), Capeniro (Irpinia).

Descrizione del Boletus aereus

Parliamo adesso delle caratteristiche fisiche e morfologiche del Boleto nero.

Il Cappello

Il cappello ha dimensioni che possono variare da 6 a 24 cm circa ma, in alcuni esemplari, può raggiungere anche i 40 cm di diametro.

Negli esemplari giovani ha forma emisferica, da adulto si fa un pò convesso poi si apre e, da vecchio, può risultare anche un pò incavato.

Il colore è marrone scuro, presenta zone irregolari talvolta più scure su un fondo più chiaro.

La cuticola è molto liscia e vellutata e può presentarsi, alle volte, con sottilissime screpolature.

Non è viscida nemmeno con la presenza di umidità.

Da giovane il cappello del Porcino Nero si presenta sodo, carnoso e molto consistente, in fase adulta o vecchia diventa più morbido e spugnoso.

Alcune volte, il cappello può apparire un pò “scolorito”, color nocciola o marrone chiaro e, in questi casi, può essere confuso con un’altra specie di Boleto, il Boletus edulis, anch’esso comunque ottimo commestibile.

Tubuli

I tubuli dell’imenoforo sono sottili, semplici e sono lunghi circa 1,5-2 cm.

Negli esemplari giovani sono di colore bianco, da adnati ad annessi, mentre in età matura diventano giallo-pallido.

Il gambo

Il gambo del Boletus aereus ha una forma ingrossata , è molto sodo leggermente ingrossato alla base e che, con l’età, tende a diventare cilindrico.

Ha un colore marroncino e la superficie è ricoperta da un reticolo fine e chiaro che scurisce con il tempo.

Le misure del gambo del Porcino Nero variano da 5 a 12 cm di altezza e da 3 a 7 cm di diametro.

Boletus aereus - Porcino nero

Pori

All’estremità dei tubuli ci sono pori molto piccoli,fitti, chiusi color bianco; negli adulti, quando sono pronti a rilasciare le spore, diventano giallastri.

Il loro colore, comunque, non cambia se vengono toccati.

Le Spore

Le spore del Boletus aereus sono lisce ed hanno forma ellissoidale

In massa, sono di colore bruno-olivastre

Hanno dimensioni di 13,5-16 x 4-5 micron

La Carne

La carne del Boletus aereus è dura e compatta, non è colorata sotto la cuticola e il colore rimane invariato.

Ha un odore molto gradevole, tipico di fungo, che ricorda un pò il muschio, intenso ed aromatico.

Il Porcino Nero da crudo è delicato, mentre da cotto ha un sapore eccellente e un’ottima resa con un aroma inebriante; è molto ricercato ed apprezzato perchè esaltato dalla cottura.

Habitat del Boletus aereus

Questo è un fungo simbionte, che vive cioè in simbiosi con determinate specie di piante.

Predilige boschi di latifoglie specialmente vari tipi di querce, ma si può trovare anche tra faggi e castagni purchè non siano troppo fitti e lascino penetrare abbastanza la luce del sole.

E’ una specie termofila, cioè ama i climi caldi, cresce su terreni asciutti, aperti, soleggiati e silicei.

Essendo una specie tipicamente mediterranea può crescere anche sotto ornielli, corbezzoli, ginepri, erica, quindi riduce la sua presenza salendo verso il nord.

Il periodo della sua fruttificazione va dalla tarda primavera, purchè mite, all’autunno.

E’ più facile trovarlo vicino a cespugli di pungitopo. di erica, e in piccole cavità del terreno dove si accumula l’acqua piovana.

Non è improbabile trovarlo con il carpoforo, il corpo, quasi completamente interrato.

Boletus aereus - porcino nero

Funghi simili al Porcino nero

Per la sua forma, non è difficile confondere il Porcino Nero con il Boletus edulis e con il Boletus aestivalis: hanno caratteristiche molto simili, differiscono prevalentemente per il colore, in questi ultimi, più chiaro.

Sono comunque tutti e due ottimi commestibili.

Altro fungo simile è il Tylopilus felleus che si distingue per il colore dei pori che è rosa; questa specie è comunque immangiabile perchè ha un sapore molto amaro.

Commestibilità del Porcino nero

Il Boletus aereus  è un ottimo commestibile che può essere consumato anche da crudo in quantità non eccessive. Gli esemplari adulti emanano un profumo ed hanno un sapore più intenso.

E’ adatto anche ad essere surgelato, messo sott’olio, spadellato con aglio e prezzemolo, usato per sughi, risotti, in umido con la polenta, fritto, brasato e in vari altri modi tipici delle zone in cui abbonda.

E’ molto adatto anche alla essicazione.

Proprietà

Tutti i funghi commestibili contengono numerosi componenti utili al benessere del nostro corpo.

Nel caso del Porcino nero sono particolarmente abbondanti le vitamine PP, K, quelle del gruppo B, minerali come fosforo, potassio, rame, selenio e calcio ( sono tra quelli che ne contengono in quantità maggiore); sostanze antiossidanti, betacarotene, acido folico…

Rinforzano il sistema immunitario, sono antinfiammatori, sono utili nella  prevenzione di malattie cardiovascolari e di altre croniche.

Sono antibiotici naturali, mantengono elevati gli anticorpi e sotto controllo colesterolo e pressione.

Recentemente, un gruppo di ricercatori ha scoperto in questa specie di fungo e specialmente nel Boletus edulis, molto simile, una proteina che ha funzioni antitumorali.

CARTA D’IDENTITA’

DIAMETRO CAPPELLO: 6-20 cm.
COLORE CAPPELLO: Bruno- nerastro
ALTEZZA GAMBO: 6-15 cm
COLORE GAMBO: Bruno chiaro
CARNE: Bianca
ODORE: Gradevole
SAPORE: Dolciastro
SPORE: Olivacee
HABITAT: Latifoglie
COMMESTIBILITA’: OTTIMO COMMESTIBILE

 

Hai trovato quello che cercavi? Guarda anche qui:

Ti è piaciuto l'articolo? Votalo!
[Totale: 0 Media: 0]

error: I testi non si possono copiare.