Tylopilus felleus – Porcino di Fiele

Tylopilus felleus – Porcino di Fiele

Il Tylopilus felleus, è un fungo che appartiene alla famiglia delle Boletaceae, conosciuto  dai cercatori di funghi  con il nome di “Porcino di Fiele” a causa del suo sapore amarissimo.

Viene spesso confuso con i porcini per via della somiglianza, ma attenzione, perché basta anche solo un piccolo esemplare cotto assieme agli altri funghi, per contaminare l’intero raccolto e rendere il tutto disgustoso perché questo boleto è amarissimo.

Questa specie di fungo appartiene al genere Tylopilus, alla famiglia delle Boletaceae, all’ordine Boletales, alla classe dei Basidiomycetes e alla divisione Basidiomycota.

Etimologia

Il nome scientifico del Porcino di fiele deriva dal greco “tulos” = cuscino, che fa riferimento alla forma del cappello e dal latino “felleus” = del fiele, cioè amarissimo come il fiele.

Altri Nomi del Tylopilus felleus

Come anticipato nel paragrafo precedente, il Tylopilus felleus è anche conosciuto con il nome di Porcino di fiele, Boleto Felleo, Boleto di fiele.

Tylopilus felleus - Porcino di Fiele
Il reticolo sul gambo ed i lunghi tubuli rosati del Porcino di fiele

Descrizione del Fungo Porcino di fiele

Parliamo adesso delle caratteristiche fisiche e morfologiche di questo fungo Porcino di fiele.

Il Cappello

Il cappello di questo fungo ha dimensioni che variano da 5 a 15 cm. di diametro.

Nei giovani esemplari è emisferico, con l’avanzare dell’età diventa convesso e nella fase adulta tende a spianarsi.

La cuticola è asciutta, non separabile, di aspetto setoso perché ricoperta da una peluria finissima (pubescente) che tende a scurire con l’età.

Con il tempo secco tende a screpolarsi.

Ha un margine un pò ondulato, debordante specialmente da adulto.

E’ liscio e carnoso.

Il colore varia dal giallognolo al bruno più o meno scuro, talvolta ha sfumature grigiastre.

Tubuli

In fase adulta, questo fungo ha un imenoforo con la forma bombata simile ad un cuscino.

I tubuli sono lunghi ed esili, decorrenti che debordano un poco dal gambo.

Inizialmente hanno colore bianco poi, con l’avanzare dell’età, diventano rosati e infine marrone.

Il gambo

Il gambo del Tylopilus felleus ha l’aspetto più o meno di forma cilindrica, è robusto e ingrossato alla base quasi bulboso.

Da giovane è carnoso, sodo e pieno.

In fase iniziale è leggermente fibroso, in età adulta la consistenza peggiora e diventa più spugnoso.

Ha un colore simile al cappello ma è percorso da un reticolo a maglie larghe di colore giallo-marrone a volte molto evidente che, quando è più avanti con l’età, diventano quasi in rilievo.

Le dimensioni del gambo di questo fungo vanno da un’altezza di 5-15 cm a un diametro di 2–5 cm.

I pori

I pori sono piccoli, rotondeggianti, con l’età diventano più evidenti e a forma poligonale.

In fase giovanile, i pori del felleus sono bianchi, poi diventano rosati, infine tendono al nerastro.

Le Spore

Le spore hanno forma di fuso, la sporata è di colore rosa.

Le dimensioni sono di 12-15 × 3-6 µm.

La Carne

La carne del Tylopilus felleus in fase giovanile è tenera e soda.

Con il passare del tempo diventa piuttosto molle.

Nel cappello è compatta e spessa, di colore bianco, quasi immutabile, con una leggera tonalità rosea quando viene a contatto con l’aria a differenza di quella dei Porcini.

E’ di color bruno-nocciola sotto la cuticola.

La carne del gambo, invece, è fibrosa.

L’Odore non è significativo, è leggermente acidulo.

Il Sapore è amarissimo, disgustoso, astringente. Molto simile al fiele.

Tylopilus felleus - Porcino di Fiele
L’evidente reticolo a maglie larghe sul gambo.

Habitat del Tylopilus felleus

E’ un fungo simbionte che fruttifica in boschi di conifere, specialmente sotto gli abeti rossi, ma anche di latifoglie come i faggi.

Preferisce terreni acidi e cresce, spesso, negli incavi dei vecchi tronchi dove il legno è in fase di decomposizione e quindi il terreno è più ricco di humus.

E’ un fungo abbastanza raro, ma a volte può diventare invasivo in certe zone ed in anni particolarmente favorevoli.

Si può trovare in modo particolare nelle abetaie o nei boschi misti delle Alpi e nei castagneti delle Prealpi o dell’ Appennino.

Il Tylopilus felleus è un fungo che possiamo trovare da giugno a ottobre.

Funghi simili al Porcino di fiele

I boleti che assomigliano al felleus sono diversi e ad un raccoglitore poco attento è possibile confondere le specie, ma ci sono caratteri specifici da conoscere che ne permettono il riconoscimento con sicurezza.

I funghi che somigliano maggiormente sono:

Boletus edulis, Boletus aereus e Boletus aestivalis, che hanno caratteri distintivi ben precisi.

Negli esemplari giovani sia del Tylopilus che dei Boleti sopra menzionati, l’imenio con tubuli e pori è di colore bianco, da adulti diventa giallo-oliva nei Boleti, mentre nel felleus è di color rosa;

il reticolo sul gambo dei Boleti è fine, mentre nel felleus è molto marcato;

la carne dei Boleti è immutabile al taglio, quella del felleus invece vira al rosa;

il sapore della carne dei Boleti è ottimo mentre nell’altro è amarissimo.

Queste distinzioni però, possono risultare difficili da riconoscere nei funghi giovani, in questo caso, per fugare ogni dubbio, basterà fare un piccolo “assaggio“.

Esiste però una varietà il Tylopilus felleus alutarius, con la carne non amara.

Commestibilità del Porcino di fiele

Questo Porcino è praticamente immangiabile a causa del sapore amarissimo.

E’ importante saper riconoscere questa specie di fungo, per evitare di rovinare un buon piatto, perché il suo sapore è molto forte e predomina su tutti gli altri ingredienti anche se in quantità minima.

Per questo è bene ricordare che l’imenoforo del Tylopilus felleus, è di colore rosato anziché verde-giallastro come nelle altre specie di boleti.

Proprietà

Il Tylopilus  felleus non presenta alcuna velenosità.

Recentemente però, viene ritenuto Tossico, perché responsabile di sindrome gastroenterica.

Può capitare che commercianti con pochi scrupoli mescolino ai veri porcini il Tylopilus felleus alutarius, con carne non amara, dopo averlo fatto essiccare.

CARTA D’IDENTITA’

DIAMETRO CAPPELLO: 5-15 cm.
COLORE CAPPELLO: Brunastro
ALTEZZA GAMBO: 4-14 cm
COLORE GAMBO: Brunastro
PORI: Bianco-rosei
CARNE: Bianca
ODORE: Fungino
SAPORE: Amarissimo
SPORE: Rosee
HABITAT: Conifere, latifoglie
COMMESTIBILITA’: NON COMMESTIBILE

 

Hai trovato quello che cercavi? Guarda anche qui:

 

Ti è piaciuto l'articolo? Votalo!
[Totale: 2 Media: 5]

error: I testi non si possono copiare.