Tricholoma terreum – Moretta

Tricholoma terreum – Moretta

Il Tricholoma terreum, conosciuto anche con il nome di Agaricus terreus, è una delle specie di funghi di piccola taglia. E’ molto conosciuto anche col nome di Moretta.

Etimologia

L’etimologia Tricholoma deriva dal greco thríx, trikhós che significa pelo e lôma, orlo,  cioè con l’orlo peloso e terreum che deriva dal latino terreus = terreo, grigio, a causa del suo colore.

Questa specie di fungo appartiene al genere Tricholoma, alla famiglia delle Tricholomataceae, all’ordine Agaricales, alla classe dei Basidiomycetes e alla divisione Basidiomycota .

Tricholoma terreum - MorettaAltri nomi del Tricholoma terreum

Il Tricholoma terreum è anche conosciuto con altri nomi:

  • Moretta
  • Agarico terreo
  • Cavarese
  • Bigietta

Descrizione del Tricholoma terreum

Esaminiamo ora le caratteristiche di questa specie.

Il cappello

Il cappello del Tricholoma terreum ha dimensioni che possono andare dai 3 ai 6 – 8 cm. di diametro.

In fase giovanile ha una forma piuttosto conica, campanulata, per diventare poi convesso, e, in piena maturità, pianeggiante e leggermente umbonato, a volte irregolare.

Ha il margine involuto e debordante, spesso è screpolato e interrotto da fessure.

La cuticola si separa abbastanza facilmente, ha un aspetto opaco, è asciutta e semi-liscia.

Inizialmente, al tatto, è lanosa, feltrata, è percorsa da fibrille radiali di solito regolari ed uniformi, sottili, fitte.

Il suo colore, da cui deriva anche il nome, va dal grigiastro al grigio- topo, al grigio-ardesia e, le squame che ricoprono la cuticola, sono seriche e grigio-nerastre.

Da adulto, tende a schiarirsi verso i bordi e a scurire verso il centro.

Tricholoma terreum - Moretta

Le Lamelle

Le lamelle del Tricholoma terreum non sono molto fitte ma piuttosto larghe.

Sono fragili, smarginate e uncinate al gambo.

Il loro colore va dal bianco al grigio-cenere.

In fase di maturazione sono di un colore grigio più deciso, ma non tirano mai al giallino.

Il filo è dello stesso colore, abbastanza regolare.

Il gambo

Le dimensioni del gambo del Tricholoma terreum vanno dai 4 agli 8 cm di altezza, ed hanno un diametro variabile da 1 a 2,5 cm.

In fase giovanile è tenero e pieno, poi, con l’età, diventa fistoloso, fibroso e cavo.

Ha una forma cilindrica, è dritto, a volte un pò ricurvo sotto il peso degli aghi, sericeo su tutta la lunghezza.

Il suo colore è biancastro con picchiettature forforacee verso l’apice.

E’ spesso ricoperto da rade fibrille e, quando giunge a maturità, nella parte inferiore, ha una cortina abbastanza persistente di colore grigiastro cenere.

La carne

La carne del Tricholoma terreum è fragile, tenera, piuttosto fibrosa con l’età.

Ha colore bianco o bianco cenere in fase giovanile.

Con la maturità tende a scurirsi e a diventare più grigia sotto la cuticola.

L’ odore è praticamente impercettibile o molto tenue con sfumature di erba o di terra.

Il sapore è tenue e delicato, dolciastro, ricorda vagamente la farina o l’erba.

Le spore

Le spore sono bianche in massa

Hanno forma ellittiche, non amiloidi, lisce, con dimensioni di 5-8 x 4-5 µm.

Habitat e diffusione

L’habitat ideale del Tricholoma terreum è il bosco misto ma predilige in modo particolare quello di aghifoglie, specialmente di pino.

Cresce nelle stagioni più piovose in modo molto abbondante e, spesso possiamo trovarlo in gruppi vicini.

Trovando un terreno favorevole, risulta addirittura invasivo nelle pinete di rimboschimento.

Nelle zone con clima piovoso e freddo inizia a crescere in primavera e, se il clima è mite, può protrarsi per tutto l’inverno.

Se il periodo è troppo caldo e siccitoso, la crescita può interrompersi nei mesi estivi.

Tricholoma terreum - Moretta

Commestibilità del Tricholoma terreum

Il Tricholoma terreum, chiamato anche “ Moretta”, è un fungo molto apprezzato e ricercato specialmente da giovane perchè ha una commestibilità considerata molto buona o addirittura ottima.

E’ uno dei funghi più conosciuti e raccolti in molte regioni e specialmente nelle Marche nel parco Cesone di Fossombrone dove cresce abbondante sotto il Pino nero.

Dopo essere stato ben pulito, viene spesso bollito prima di essere messo sott’olio o cucinato  in padella,facendo attenzione a non rovinarne la consistenza perchè è piuttosto delicato.

E’ usato per risotti, trifolato o con scaloppine, più o meno come le altre specie di funghi.

E’ importante, però, che sia raccolto da conoscitori esperti o acquistato in punti vendita sicuri perchè alcune specie di Tricholoma possono essere tossiche o addirittura mortali.

Funghi simili al  Tricholoma terreum

Il Tricholoma terreum è una specie di fungo che si può facilmente confondere con altri funghi del genere Tricholoma, alcuni commestibili, altri tossici o mortali.

Spesso le differenze sono quasi impercettibili ad occhi poco esperti, per cui si raccomanda di raccoglierlo soltanto in presenza di personale specializzato o, comunque, di sottoporlo a controlli che rendano il suo consumo sicuro.

I funghi più simili sono:

  • Tricholoma atrosquamosum, che odora di farina e di spezie, ha il filo lamellare annerente.
  • Tricholoma myomyces, che è più piccolo ed ha resti di velo color argento nella parte alta del gambo.
  • Tricholoma gausapatum, che ha lamelle molto larghe e la cuticola è brunastra e feltrata.
  • Tricholoma orirubens, che ha odore farinoso-fruttato e lamelle arrossanti.
  • Tricholoma scalpturatum, buon commestibile, che ha odore di farina e ingiallisce a maturità.
  • Tricholoma triste, che ha il filo delle lamelle più scuro e sfumature grigio-scure nel gambo.
  • Tricholoma basirubens, che ha un odore di farina ammuffita e il piede del gambo rossastro.
  • Tricholoma josserandii, che ha odore di cimice e sapore analogo, velenoso, provoca gravi e duraturi disturbi gastro-intestinali.
  • Tricholoma pardinum,  Molto velenoso, che ha dimensioni maggiori e il cappello ricoperto da squame o scaglie;è responsabile di gravi avvelenamenti di natura gastroenterica ed è conosciuto anche con il nome di Tricholoma tigrinum.
  • Tricholoma sciodes, che ha sapore inizialmente amaro e poi acre.
  • Tricholoma virgatum, Velenoso, che si distingue principalmente per il cappello campanulato, con umbone acuto; il sapore della carne è piccantissimo ed amarognolo da subito.

PROPRIETA’ E CURIOSITA’

Come tutti i funghi, anche il Tricholoma terreum è ricco di acqua per cui contiene poche calorie ma molti nutrienti, minerali ed altri elementi utili al benessere dell’organismo.

E’ importante, però, mettere in grande evidenza il fatto che il genere Tricholoma annovera tra le sue specie funghi considerati di ottima commestibilità ma anche funghi tossici, molto tossici e addirittura mortali.

Come già evidenziato nel paragrafo precedente, spesso le differenze tra una specie e l’altra sono quasi invisibili ad un occhio poco esperto, per cui è, purtroppo, molto facile cadere in errore durante la raccolta.

Ciò può essere fatale perché, se consumate, alcune specie, come ad esempio il Tricholoma pardinum o altri provocano la pericolosissima sindrome pardinica che porta quasi sempre alla morte.

Tuttavia, nonostante il Tricholoma terreum sia sempre stato considerato di ottima commestibilità, gli studi e le ricerche diffuse nell’anno 2001 ed altre più recenti, hanno evidenziato una probabile tossicità anche di questa specie.

CARTA D’IDENTITA’

DIAMETRO CAPPELLO: 4-8 cm
COLORE CAPPELLO: Grigio
ALTEZZA GAMBO: 5-8 cm
COLORE GAMBO: Bianco
LAMELLE: Bianche
CARNE: Bianca
ODORE: Inodore
SAPORE: Insapore
SPORE: Bianche
HABITAT: Conifere
COMMESTIBILITA’: Discreto

Lascia un commento

error: I testi non si possono copiare.